Newsletter



Leggi le note sul trattamento dei dati personali secondo le leggi in vigore sulla privacy.

Assistenza tecnica

Chiama il servizio di assistenza per avere informazioni su come diventare partner o come acquistare servizi.


Diventa partner Ufficio Camerale

Entra a far parte del mondo Ufficio Camerale, scegli la tipologia di affiliazione e scopri i vantaggi per te ed i tuoi clienti.


FAQ

Hai domande sui sistemi Ufficio Camerale? Hai bisogno di supporto? Scopri le FAQ!


Altravia eroga i servizi forniti da:

Infocert Business Partner
CCIAA di Roma

Agenzia del Territorio Consiglio Nazionale delle Ricerche

I loghi utilizzati sono di proprietà delle rispettive società.

Cerca un prodotto

News

07/10/2019 :: DURC online: Cos'è, Quando è obbligatorio e come fare richiesta

Tutte le aziende, per poter partecipare agli appalti e ottenere agevolazioni e finanziamenti, hanno necessità del DURC.
In questo articolo vedremo cos’è il DURC, come si fa a ottenerlo, quando è obbligatorio, quando è possibile procedere con l’autocertificazione e per quanti giorni è valido il documento.

Cos’è il DURC?

DURC è l’acronimo di Documento Unico di Regolarità Contributiva e attesta la regolarità dei versamenti dei contributi INPS, INAIL e Casse Edili. Se l’impresa ha versato tutti i contributi dovuti agli enti di assistenza, previdenza e assicurativi, può ottenere il DURC.

Dal 1 luglio 2015 il DURC può essere ottenuto solo in forma digitale (ecco perché si parla di DURC online). La normativa di riferimento è contenuta nel decreto legge 34/2014.

Il DURC online è un documento in PDF in cui sono presenti denominazione o ragione sociale dell’impresa, sede legale e codice fiscale, le iscrizioni a INPS, INAIL e Casse Edili, la dichiarazione di regolarità, la data di verifica, la data di scadenza del documento e, importantissimo, il numero identificativo del DURC.

Il DURC interno, invece, è un documento di regolarità richiesto da un datore di lavoro per avere dei benefici fiscali oppure di carattere normativo. Il DURC interno si ottiene attraverso la compilazione del quadro B/C del modello DM, che permetterà di ottenere sgravi e agevolazioni (qualora previsti).

Infine, è possibile delegare la procedura di richiesta del DURC a intermediari come banche e, per l’appunto, intermediari finanziari.

DURC: a cosa serve e chi può (e deve) richiederlo

Il DURC è un documento indispensabile alle aziende che vogliano partecipare alle gare pubbliche (ottenendo così gli appalti e i subappalti), ottenere le attestazioni SOA (che servono per gli appalti superiori a 150mila euro), avere agevolazioni, sussidi e sovvenzioni. Il documento è altresì necessario anche per lavori privati che necessitino di concessioni edilizie e DIA o per l’iscrizione all’albo dei fornitori.

Una volta richiesto, si può ottenere un DURC positivo oppure, se l’impresa non ha versato tutti i contributi dovuti, negativo: in tal caso, è obbligatorio versare gli importi mancanti, presenti nel documento, entro 15 giorni dalla data di “interrogazione” del sistema. Sistemate le pendenze, si potrà ottenere in tempi brevi il DURC positivo.

Quando è obbligatorio il DURC

Le aziende di qualsiasi tipo, dunque, per partecipare alle gare, aggiudicarsi gli appalti e stipulare del contratto con le PA, sono obbligate ad avere il DURC in quanto documento che viene spesso richiesto anche per i pagamenti di fatture e SAL (Stato Avanzamento Lavori).

Il DURC attesta la regolarità di tutti i rapporti di lavoro, subordinati o autonomi.

Autocertificazione DURC: quando è possibile e chi può richiederla

È possibile ottenere l’autocertificazione del DURC? Sì, ma solo in specifici casi: infatti, si può autocertificare di aver versato i contributi nella sua interezza solo per i contratti di fornitura nel settore pubblico non superiori ai 20mila euro oppure per i contratti di acquisto di servizi per importi della stessa cifra.

Il documento va inviato via PEC alla Direzione Territoriale del Lavoro.

DURC online: validità e durata

Abbiamo visto cos’è il DURC online, chi è obbligato a richiederlo e perché e i casi in cui è possibile procedere con l’autocertificazione. Ora scopriamo la durata di validità del documento.  

In caso di esito positivo della richiesta, il DURC ha una validità di 120 giorni a partire dalla data di acquisizione; solo nel caso di lavori edili privati la durata si riduce a 90 giorni. Durante il periodo di validità non è consentito fare un’altra richiesta.

DURC online: come richiederlo e costi

Abbiamo detto che dal 1 luglio 2015 è possibile avere il DURC solo in formato digitale, quindi esclusivamente online.
Sul nostro portale puoi richiedere, in pochi minuti e a costi più che contenuti, il DURC online della tua azienda, indispensabile sia per ottenere agevolazioni e sussidi sia per partecipare alle gare d’appalto della PA. 
Senza il DURC, non ti sarà possibile partecipare alle gare e aggiudicartele: richiedi ora il DURC online, in pochi giorni avrai il tuo documento in formato PDF.


Home | Note Legali | Codice Etico | Privacy | News | Impegno d'acquisto | FAQ | Normative | Contattaci

Altravia
Capofila del progetto
Ufficio Camerale
Partner ufficiale
Altravia InfoCert Business Partner
Mail Marketing
Software per l'invio
di newsletter professionali
Survey Atomic
Software per la creazione
di sondaggi on line.
Realgest
Software per la gestione dell'agenzia
e del pratimonio immobiliare

© 2012/2017 Copyright Altravia servizi srl - P.Iva: 12485671007 Altravia è Infocert Business Partner